english_version

VOLUNTARY DISCLOSURE

english_version ENGLISH VERSION

VOLUNTARY DISCLOSURE E REGOLARIZZAZIONE DI RISORSE ILLECITAMENTE DETENUTE IN ITALIA

I capitali illegittimamente detenuti, all’estero, ma anche in Italia, come i contanti distratti al fisco e depositati, tra le altre, in cassette di sicurezza, potranno beneficiare dei vantaggi previsti dalla Voluntary Disclosure. Questo è quanto prevede la Legge 15 dicembre 2014, n. 186, che consente l’emersione di capitali non dichiarati al Fisco da parte di società, enti e persone fisiche, con consistenti abbattimenti delle sanzioni dovute all’erario e l’esenzione dalla punibilità in sede penale per la commissione di determinati reati tributari, unitamente ai delitti di riciclaggio ed autoriciclaggio.
La sanatoria delle irregolarità dichiarative perpetrate obbliga alla presentazione della domanda di accesso alla procedura di collaborazione volontaria, non appena possibile, e comunque non più tardi del 30 settembre 2015, termine ultimo per il deposito presso la Agenzia delle Entrate.