01_cover_vie_d_acqua_1280x400-jpgfilename_utf-801_cover_vie_d_acqua_1280x400

IL RAVVEDIMENTO OPEROSO / THE ACTIVE REVIEW

Concludendo un percorso avviato con la legge di stabilità per il 2015 (Legge 190 del 2014), con il D.Lgs. n. 158/2015, (il “Decreto”) nell’ottica di ridurre il contenzioso tributario e favorire lo scambio di informazioni, si è provveduto ad una rimodulazione dell’istituto del ravvedimento operoso ed in particolare si sono ampliate modalità e termini per la sua applicazione.

Il contribuente, attraverso il Decreto, può oggi utilizzare lo strumento de quo al fine di regolarizzare le violazioni commesse in materia di tributi amministrati dalla Agenzia delle Entrate (quali Imposte sui Redditi, l’IVA, l’IRAP, l’Imposta sugli Intrattenimenti e l’Imposta di Registro). Condizione di ammissibilità all’utilizzo dello stesso è la spontaneità nell’accesso, ovvero l’assenza di una formale notifica di un atto di liquidazione o di accertamento in relazione alla irregolarità che si mira a sanare.

Il ritorno in bonis dovrà avvenire con il pagamento spontaneo dell’importo dovuto, degli interessi moratori e della sanzione. In particolare, è stata rimodulata la sanzione, con un tendenziale abbassamento della stessa in relazione alla tempestività della denuncia rispetto alla violazione che si intende regolarizzare. L’ultimo intervento normativo prevedeva come decorrenza il primo gennaio 2017, ma la legge di stabilità 2016 ha anticipato l’entrata in vigore del nuovo regime al primo gennaio 2016.

Fonti normative:

  • Legge n. 190 del 23 dicembre 2014;
  • Lgs. n. 158 del 24 settembre 2015.

THE ACTIVE REVIEW

For purposes of concluding a process started with the Stability Law 2015 (Law 190/2014), upon enacting the Decree no. 158/2015, (the “Decree”), aimed to reduce the tax litigation and facilitate the exchange of information, Italian Government has decided to institute a thorough review of the active repentance (the “Active Review”). by expanding its terms and conditions (the “New Regime”), as follows.

The Italian Taxpayer may now use the Active Review to settle the violations committed in the area of taxes administered by the Income Revenue Authority (such as Income Tax, V.A.T.- Value Added Tax, IRAP, the Tax on Entertainment and the Stamp Duty). Conditions of eligibility for use of the Active Review are; (i) spontaneous access; (ii) the absence of a notified judicial act from the Italian Revenue Authority in relation to a liquidation or a found, for tax irregularities with the aim to be healed.

A spontaneous payment of the amount due, included default interest and penalties, is required to heal the tax irregularities. In particular, the sanction has been reviewed, by lowering the amount, in case of timeliness from the Italian tax payer of the violation claim filing, the Italian Taxpayer intends to settle. The Decree is effective as of 1 January 2017; nonetheless, the Stability Law for 2015 (Law 190/2014), anticipated the entry into force of the New Regime to January 1, 2016.

Legal sources:

– Law no. 190 of December 2014, 23;

– Legislative Decree n. 158 of September 2015, 24.

For more information and assistance please do not hesitate to email your requests to: info@lsclex.com

Comments are closed.